ReOPEN SPL "ama" Roma. Al via la gara per i rifiuti trattati nella Capitale

L’attività di supporto ha condotto all’avvio della gara per l’affidamento dei servizi di smaltimento e recupero degli scarti dei rifiuti trattati negli impianti di AMA Roma SpA, società in house di Roma Capitale per la gestione del ciclo dei rifiuti. Scadenza per la presentazione delle offerte: 21 luglio 2021 ore 10:30.

L’attività di supporto prestata da Invitalia ad AMA Roma SpA, nell’ambito del Progetto ReOPEN SPL, ha raggiunto un’importante milestone: il primo luglio 2021 la Centrale di Committenza di Invitalia ha pubblicato la gara per la conclusione di un accordo quadro finalizzato ad individuare uno o più operatori che si occuperanno di smaltire o recuperare gli scarti dell’attività di trattamento dei rifiuti svolta negli impianti AMA.

Il servizio riguarderà oltre 200.000 tonnellate all’anno di rifiuti prodotti sul territorio di Roma (rifiuti urbani indifferenziati e rifiuti speciali non pericolosi provenienti dagli impianti di AMA).

Più precisamente, la gara ha il seguente oggetto:

PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO CON UNO O PIÙ OPERATORI ECONOMICI, CON IL SISTEMA DELL’ASTA ELETTRONICA, AI SENSI DEGLI ARTICOLI 60, 54 E 56, COMMA 2 DEL D.LGS. N. 50/2016, AI FINI DELL’AFFIDAMENTO DEL “SERVIZIO DI TRATTAMENTO, CON RECUPERO/SMALTIMENTO, SU TERRITORIO NAZIONALE ED ESTERO, DEI RIFIUTI SOLIDI PRODOTTI DAGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DI AMA E DEI RIFIUTI URBANI RESIDUI PRODOTTI NEL TERRITORIO DI ROMA CAPITALE – ECCEDENTI LE QUANTITÀ TRATTATE PRESSO GLI IMPIANTI AMA- E DEL CONNESSO SERVIZIO OPZIONALE DI TRASPORTO E SCARICO

La procedura è suddivisa in 5 lotti merceologici, in funzione della categoria di rifiuto:

  • Lotto 1: CSS (EER 19 12 10)
  • Lotto 2: FOS (EER 19 05 01/19 05 03)
  • Lotto 3: SCARTI (EER 19 12 12)
  • Lotto 4: SCARTI DA BY-PASS (EER 19 12 12)
  • Lotto 5: RUR (EER 20 03 01)

Si svolgerà in due fasi: la prima, condurrà all’individuazione di operatori in possesso di tutti i requisiti e autorizzazioni necessari allo svolgimento delle attività; la seconda fase, tramite asta elettronica tra i soggetti individuati nel corso della prima fase, permetterà di individuare i fornitori del servizio. La scelta di questa modalità permetterà di ottenere la massima economicità e il massimo risparmio per i cittadini romani.

Il valore stimato del servizio è di circa 55 milioni di euro, ai quali si aggiunge il valore dell’eventuale affidamento ad uno o più aggiudicatari di ulteriori attività, consistenti nella ripetizione di servizi analoghi (fino alla concorrenza del 100% dell’importo contrattuale iniziale).

Il contratto sarà stipulato a misura e avrà una durata di 12 mesi rinnovabili.

Per presentare le offerte c’è tempo fino al 21 luglio 2021 ore 10:30.

Tutte le informazioni sono disponibili sulla piattaforma Invitalia Gare Telematiche >>>