Quadro strategico ARERA 2019-2021: via alla consultazione

La visione dell’Authority: garantire ai cittadini servizi accessibili, efficienti, qualitativamente elevati e omogenei tra le diverse aree del Paese. Audizioni a maggio e consultazione aperta fino al 10 maggio 2019

Con il documento per la consultazione 139/209/A, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ha presentato, lo scorso 10 aprile, gli indirizzi strategici che orienteranno l’attuale Consiliatura, indicando gli obiettivi e le principali linee di intervento per il periodo 2019-2021.

La visione strategica delineata è ispirata all’esigenza di garantire servizi energetici e ambientali accessibili, efficienti, erogati con livelli di qualità crescenti e omogenei nelle diverse aree del Paese e che siano, inoltre, sostenibili sotto il profilo ambientale, integrati a livello europeo e in linea con i principi dell'economia circolare.

Il documento strategico interessa sia i settori energetici (elettricità e gas) che quelli ambientali (idrico e rifiuti). Per questi ultimi, ferme restando le ordinarie azioni che l’Autorità metterà in campo per la regolazione dei singoli comparti, le linee di azione punteranno a superare i gap territoriali che ancora sono presenti nel Paese.

Sulla falsa riga di quanto avvenuto per i servizi idrici, ARERA è orientata, anche nel servizio rifiuti, al recupero di una stretta coerenza tra il costo e la qualità. A tal fine, si reputa necessario superare il sistema di copertura dei costi nella forma di tributo, a favore di un meccanismo tariffario che sia in grado di trasmettere al consumatore-utente segnali di prezzo corretti e coerenti con la qualità del servizio ricevuto. Uno sforzo dovrà, inoltre, essere compiuto per promuovere la capacità dei sistemi locali di gestire integralmente il ciclo dei rifiuti, anche individuando le modalità più efficaci per accrescere l’accettazione sociale degli investimenti in impianti di trattamento, strategici per il riequilibrio dei flussi.

Per quanto concerne i servizi idrici, l’Autorità intende concentrare il proprio impegno nel monitoraggio dell’effettiva realizzazione degli investimenti previsti, nella riduzione del water service divide, nella promozione di gestioni industriali in grado di fornire il servizio a costi sempre più efficienti e nell’utilizzo efficace delle risorse pubbliche eventualmente disponibili.

Il Quadro Strategico 2019-2021 delineato da ARERA si articola su due livelli:

  • gli obiettivi strategici, che inquadrano la strategia complessiva di intervento, riferita sia a ciascuna delle aree “Ambiente” ed “Energia”, sia agli ambiti trasversali (consumatori, innovazione, accountability e compliance);
  • le linee di intervento, che descrivono sinteticamente le principali misure e azioni che l’Autorità intende adottare per la realizzazione di ciascun obiettivo strategico.

Nell’ottica di confronto e dialogo con gli stakeholders, ARERA intende condividere, preventivamente alla loro definitiva identificazione, i contenuti del proprio Quadro Strategico e, pertanto, nel mese di maggio 2019 si terranno una serie di audizioni con i soggetti interessati.

Eventuali contributi scritti potranno, inoltre, essere presentati in audizione o inviati all’Autorità tramite posta elettronica (strategico@arera.it), entro il 10 maggio 2019. 

 

Obiettivi strategici e linee di intervento Area “Ambiente” (elab. ReOPEN SPL) >>>

 

Approfondisci sul sito ARERA >>>